LUCA CARBONI - Carboni (RCA, 1992)
Luca Carboni raggiunge il massimo della sua popolarità proprio con questo album, che sarà il più venduto del 1992 aggiudicandosi ben tre dischi di platino.
Molto più ritmico rispetto ai precedenti, si apre con Ci vuole un fisico bestiale, brano orecchiabile pervaso da una schietta ironia nei confronti della società e della quotidianità. Anche la canzone Mare mare, che vince il Festivalbar, diventa un classico della musica italiana, un brano estivo per eccellenza ma che al contrario di altri del suo stesso genere riesce a comunicare un messaggio più profondo, infatti, nel racconto autobiografico di Luca, il mare è visto come un luogo da raggiungere per cercare di soffocare la propria solitudine e guardare dentro se stessi, per capire le ragioni di una malinconia nascosta.
All'interno del CD troviamo poi canzoni anche più socialmente impegnate, come: Alzando gli occhi al cielo che punta il dito in quella terribile piaga italiana che la mafia  – proprio quando di lì a pochi mesi avrebbero perso la vita, in due distinti attentati a Palermo, i giudici Falcone e Borsellino con le rispettive scorte –  e La mia città che riflette sui ritmi frenetici imposti dalla metropoli, forieri di speculazione, indifferenza, solitudine ed egoismo.
Tra le altre canzoni, contenute in questo album di culto del Pop italiano anni 90, segnaliamo anche le sentimentali e struggenti: Le storie d'amore e L'amore che cos'.
E' un disco realizzato in studio quasi totalmente dal cantautore bolognese e dal produttore Mauro Malavasi con pochi altri musicisti, tra cui Jimmy Villotti alle chitarre.

Vai alla pagina principale di Nonsolosuoni Web Radio


Nonsolosuoni.it - WebRadio personale di Massimo Manoni | Autorizzazione S.I.A.E. n 90/I/159 | Licenza S.C.F. n 319/05
info@nonsolosuoni.it

Privacy Policy